Skip to Main Content »

Search Site

Benvenuto nel sito!

Il tuo carrello é vuoto

Inchiesta & Comicità

Oggetti 1 a 4 di 20 totali
  1. Kill Heidi

    Kill Heidi

    € 8,00

    Il mito di Heidi, con la sua immagine bucolica e stereotipata di una montagna di fatto inesistente, ostacola lo sviluppo di una politica credibile per i territori montani. E l’esigenza di politiche e scelte coraggiose va ben oltre le vette delle nostre montagne. La metafora della descrizione semiseria dei quattro “tipi umani” riferibili alla montagna è innanzitutto una provocazione culturale: il “non montanaro” che idealizza la montagna senza conoscerla, il “montanaro scompaginato” che la abita disconnesso, il “montanaro localista” che si chiude a riccio in poche rassicuranti certezze, e il “montanaro civicus” a cui affidare la speranza di una rivoluzione civile. La profondità raggiunta oggi dalle disuguaglianze richiede un ripensamento generale di straordinaria portata: dentro questo nuovo patto sociale vanno ripensati pure i rapporti fra i territori, fra le aree urbane e quelle rurali, fra la città e la montagna. Ecco perché dobbiamo uccidere Heidi. Maggiori info
  2. Delitti e misteri in Trentino

    Delitti e misteri in Trentino

    € 16,00

    Settant’anni di cronaca nera e giudiziaria che, dalla fine dalla seconda guerra mondiale, hanno segnato il Trentino. Ma anche il cambiamento, ovvio visto il tempo trascorso e le conseguenti trasformazioni sociali, del sistema giudiziario e carcerario. Dall’epoca di Aldo Garollo che, condannato all’ergastolo dovette indossare il famigerato abito di ruvida stoffa disegnata a strisce e la sua identità sostituita con un numero, quello di matricola, agli arresti domiciliari, custodia blanda del condannato, ma spesa ridotta per lo Stato che non lo deve mantenere in prigione. Garollo trascorse trent’anni esatti quasi tutti a Porto Azzurro; oggi l’ergastolo non è più quella condanna trascritta sul fascicolo processuale con la sinistra dicitura vergata con indelebile inchiostro di china “Fine pena: mai”. Dopo 15 o 20 anni, si esce. In libertà vigilata, comunque in un mondo diverso rispetto a quello a sbarre. L’Italia ha mandato in soffitta la pena di morte anche se di tanto in tanto, ma per fortuna sempre più raramente, viene invocata più per grido politico che per convinzione. Anche la detenzione perpetua è stata relegata nella soffitta dei castighi e delle pene. Un segno di civiltà che non s’arrende neppure di fronte ai crimini più atroci. Ecco in questo libro, la storia di alcuni omicidi che, maggiormente, hanno colpito l’opinione pubblica. Con l’amarezza di non essere riusciti ad individuare il responsabile della morte della ragazza gettata nella cisterna, dei mandanti dell’attentato, era il 31 settembre del 1967, all’Alpen Express, di non aver trovato, per darle degna sepoltura, il corpo di quella giovane donna scomparsa da Sardagna e sicuramente assassinata. Di non aver risolto il rebus della ragazza – sempre di donne si tratta – assassinata a Cles, quasi nel centro della borgata. Maggiori info
  3. Dalle esperienze di vita

    Dalle esperienze di vita

    € 8,00

    All’ideologia, alla professione dei buoni sentimenti, Laura Bortolotti-Pappalardo preferisce la sua esperienza sul campo. Insegnante perfettamente bilingue, l’Autrice si è mossa negli anni in realtà plurietniche e mistilingui, traendone insegnamenti precisi e non confutabili. Ha insegnato a classi di bambini zingari, ad extracomunitari, in Alto Adige ha insegnato l’italiano nelle scuole tedesche e il tedesco nelle scuole italiane, affrontando così realtà impegnative ma stimolanti. Attualmente prosegue con il volontariato che l’accosta a persone desiderose d’apprendere la seconda lingua attraverso la conversazione. Questo suo muoversi in realtà diverse le ha consentito un’ampia e costruttiva disponibilità nei confronti del “diverso”, e di riflesso ampie e decise aperture mentali. Laura Bortolotti-Pappalardo, partendo dalla sua esperienza assolutamente positiva, ne trae spunto per un discorso allargabile alla globalità dei rapporti tra i popoli, come essa stessa enuncia. Sono – queste – pagine da leggere e meditare, ma anche da far leggere e meditare. Non debbono restare il solo pensiero dell’Autrice, ma allargarsi alla più vasta platea di chi è già permeato di queste convinzioni, ma soprattutto di chi ne è ancora lontano. (Ettore Frangipane) Maggiori info
  4. Mondo Zane!

    Mondo Zane!

    € 15,00

    Esaurito

    Il Professor Mario Zane, – nonno Mario, per me –, nella sua lunga vita ha non solo riempito la sua casa di libri e materiali di studio dei più eterogenei, dall’economia (suo ambito disciplinare professionale) alla musica classica, dalla letteratura all’astronomia, dall’arte alle scienze naturali, ma ha anche arricchito la vita delle sue nipoti di aneddoti e insegnamenti tratti dalla sua cultura “enciclopedica”. Accanto a ciò, ha anche sempre disegnato. Quadretti improvvisati raffiguranti tipi umani, stati d’animo, concetti economici, situazioni sociali, tutto quanto la sua “spugna” intellettuale carpiva nella sua densa vita di professore universitario e di uomo di cultura, e tutto quanto la sua sensibilità gli permetteva di cogliere nelle sue giornate così ricche di interessi e di contatti umani. I suoi insegnamenti, mai accademici, mai pesanti, sono sempre stati estemporanei, così come i suoi disegni. (Giorgia Proietti) Maggiori info
Oggetti 1 a 4 di 20 totali